La scuola online per i documentari

vendere un documentario

Come vendere un documentario da soli: ecco come fare

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Indice dei contenuti

Sei un filmmaker documentarista alle prese con la distribuzione del tuo film? Allora sei nel posto giusto! 

La distribuzione è per certo la parola più scottante per chiunque voglia diventare documentarista o lo sia già da tempo. La distribuzione di documentari è un argomento così complesso anche perchè nessuno lo affronta di petto per cercare di diminuire la confusione a riguardo. Banalmente, è possibile o no distribuire da soli un proprio lavoro?

Ecco perché abbiamo creato questo articolo!

Cosa vuol dire vendere un documentario in modo indipendente

Partiamo dalle basi perché anche su questo c’è tanta confusione: cosa vuol dire vendere un documentario? Cosa significa monetizzare un film e ancora: quali sono i diversi tipi di introito?

Vendere un documentario significa ricavare un profitto da questo che consente in prima analisi di riprendere i fondi spesi per la produzione. A chi si vende un documentario? 

Cerchiamo di essere creativi e sfondare il mito che un documentario si possa vendere solo ad un canale televisivo o a Netflix!

In un mondo sempre più digitale, globale e multi piattaforma, limitare il proprio ricavo alla trasmissione televisiva di un prodotto può essere un’occasioe persa.

Pensa in grande.. Per ricavare profitto da un documentario che hai già prodotto, puoi:

  • Proporre il film ad un distributore
  • Organizzare proiezioni a pagamento
  • Vendere ad un canale televisivo
  • Pubblicarlo su piattaforme di Video on demand
  • Vincere festival con premi in denaro
  • Vendere il documentario sul sito
  • Utilizzare i video singoli come materiale stock

Alcune di queste opzioni garantiscono un guadagno immediato, altre sul lungo periodo, ma, come vedi, le strade da percorrere sono molte e differenziate. 

vendere un documentario

Proponi il film ad un distributore

Proporre un documentario ad un distributore è una delle prime opzioni perseguibili se non conosci ancora molto bene il mondo della distribuzione indipendente. 

Le aziende di distribuzione sono dei veri e propri intermediari per i produttori, garantendo (nella maggior parte dei casi) la diffusione del documentario su diversi canali di trasmissione. Non mi riferisco solo alle televisioni ma a tutti gli enti interessati ad acquistare il prodotto. 

Affidarsi ad un distributore è una strategia intelligente per sfruttare un certo tipo di diritti per il tuo film, ma non devi pensare di vendere un documentario a Netflix senza fare fatica. I distributori porteranno il tuo film fin dove potrà arrivare sulla base di molti criteri. 

Distribuzione indipendente di un documentario: organizza delle proiezioni

Il modo migliore di mostrare e vendere un documentario è certamente quello di organizzare una proiezione

Se pur sia bello pensare in grande, bisogna anche tener conto del portafogli. Noleggiare un posto per organizzare una proiezione può essere molto costoso e devi essere sicuro/a di riuscire a vendere abbastanza biglietti per riprendere le spese e non andare in perdita. 

Questo è il bello ed il brutto della distribuzione indipendente.. I profitti sono tutti in mano tua, ma devi accertarti di aver pensato a qualsiasi cosa prima di muoverti e non andare incontro a delle perdite. Un’opzione che hai è quella di raccogliere in anticipo un pubblico voglioso di vedere il film. Se vuoi approfondire l’argomento, ti consiglio di leggere l’articolo Come sponsorizzare un documentario e trovare il tuo pubblico

carica i tuoi documentari on demand

Vedere i documentari on demand piace a tutti specialmente se i documentari sono stati realizzati da noi. Ma la domande è: come accedere alle piattaforme video on demand? Leggi i nostri consigli se ti interessa sapre come vendere un documentario a Netflix: I 4 must che Netflix cerca

Queste domande negli ultimi anni sono diventate il pallino di molti filmmakers che hanno cominciato a vedere in questi sistemi la chiave per monetizzare il proprio lavoro.

Per fare un po’ di chiarezza, voglio differenziarti tra le piattaforme VOD che remunerano per minuti di visualizzazione e quelle che acquistano i diritti del documentario per trasmetterlo. 

Nel primo gruppo si trovano piattaforme come Amazon Prime Video per esempio, che remunerano il produttore su base quantitativa (ossia sulla base di quante persone hanno visualizzato il documentario). Anche in questo caso ritorna l’importanza di essersi costruiti un pubblico in precedenza, altrimenti il rischio è quello di finire in un oceano di lavori in cui la probabilità che qualcuno clicchi sul nostro è molto bassa. 

Poi ci sono piattaforme come Netflix che invece acquistano direttamente il prodotto per proporlo ai suoi utenti. Questa opzione però è molto più complicata da raggiungere rispetto alla precedente in cui è facoltà del produttore caricare il documentario sulla piattaforma. 

vendere il documentario sul sito

Vendere un documentario sul sito web? Non è molto comune, ma è sicuramente una strada che puoi percorrere!

Anche in questo caso risulta vantaggioso avere un seguito di persone disposte ad andare sul tuo sito ed acquistare il documentario per guardarlo. Prima però devi lavorare sodo per guadagnarti la loro fiducia ed il loro interesse. 

Per prima cosa, se non ce l’hai ancora, ti consiglio di creare un sito web della tua attività documentaristica!

vendere il materiale come video stock

Chi ha detto che le clip singole in sé non hanno valore? 

Utilizzare il migliore materiale a disposizione come video stock su siti appositi apre le porte ad un’entrata sul lungo periodo data dalla vendita di questi video. Questo lo possiamo pensare come parte del ritorno dell’investimento sul tuo documentario.

Online trovi tantissimi siti per la vendita di materiale video stock per cui vale la pena tentare. 

Distribuzione indipendente: webinar gratuito

Nella nostra pagina Eventi puoi trovare una serie di webinar su argomenti come la regia, la produzione di un documentario e la distribuzione indipendente. In particolare per la distribuzione abbiamo tenuto un webinar grauito con Elena Brunello, autrice e distributrice di The Climate Limbo.

Con Elena abbiamo parlato di come è riuscita ad organizzare più di 40 proiezioni in tutto il mondo in maniera totalmente indipendente ed autonoma.
La live è disponibile e gratuita!

Ti basta inserire la mail e riceverai immediatamente il link al video privato.

images

Se ti è piaciuto questo post clicca Mi Piace qui sotto!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Chi siamo

School of Doc è una scuola online dedicata al mondo del documentario. Dalla regia al visual storytelling creiamo corsi di formazione che aiutano i filmmaker ad acquisire le capacità necessarie per creare documentari vincenti.

seguici qui!

La newsletter

Ricevi una volta a settimana (circa!) una nostra selezione di super contenuti sul mondo documentario! Ti parleremo di distribuzione, festival, video, eventi e ti manderemo tanto altro materiale interessante per il tuo lavoro.

Ultimi post

Risorse utili

Prima di andare via, ti suggerisco di leggere questi

Hai qualche dubbio? Parliamone

Lasciaci un recapito,
ti contattiamo noi!