fbpx

Benvenuto su School of Doc, ecco per te uno sconto del 10% sul tuo primo acquisto. Approfittane ora e digita WELCOME10 al checkout!

come-iniziare.un-intervista

Come iniziare un’intervista con il piede giusto: organizza il set

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Indice dei contenuti

Come iniziare un’intervista con il piede giusto ed assicurarsi un buon risultato? 

La gestione dell’intervista in un documentario è una delle fasi più delicate del film perché è il momento in cui si raccoglie il materiale per formare l’intera storia. Però, come dice il titolo, non conta solo il contenuto, ma anche l’occhio vuole la sua parte. Fare un’intervista significa porre attenzione all’ambiente in cui la si realizza cercando di tirarne fuori il meglio.  

In questo articolo ti dirò alcuni trucchi per cominciare l’intervista con il piede giusto. Partiamo dall’organizzazione del set! Se poi sei interessato ad approfondire anche la parte dedicata al contenuto, ti consiglio di leggere gli articoli che abbiamo scritto a riguardo:

Come iniziare l’intervista scegliendo l’ambiente adatto

Come realizzare un’intervista che sia gradevole alla vista? Trovare un luogo idoneo è un elemento primario. Spesso però l’ambiente circostante non è esattamente l’ideale per realizzare un’intervista.

Nella nostra esperienza ci è capitato di trovarci in situazioni scomode da gestire, sia per quanto riguarda la luce, che per lo spazio. Durante l’intervista a Daryl, il protagonista del nostro ultimo documentario Tied into me, ricordo che ci trovavamo in una mansarda, dov’era difficile persino piazzare delle luci. 

Se dovessi optare per la migliore scelta dal punto di vista tecnico, ti direi di fare l’intervista in studio con tutto lo spazio necessario e possibilità di gestire luci e sfondo. Tuttavia, uno studio rappresenta un ambiente asettico per la persona che potrebbe sentirsi più pronta a parlare se si trovasse in un luogo a lei conosciuto, come casa sua. 

Questo aspetto ti espone ad un rischio e con l’esperienza si trova un equilibrio tra questi due pesi: gestione tecnica e mood del personaggio. Fare un documentario significa molto capacità di adattamento alle situazioni e l’intervista è sicuramente un elemento portante. 

Fare un'intervista tenendo conto dello sfondo

Quando pensiamo e ripensiamo a come iniziare un’intervista in un qualsiasi progetto, uno dei primi elementi oltre alla location è lo sfondo. Ricordo che per l’inesperienza, una delle nostre prime interviste del documentario 50 Liters Life, ci siamo accorti soltanto in post produzione che dietro le spalle del personaggio c’era un gigante orso di peluche. Ripensandoci, oggi lo toglierei immediatamente! 

Lo sfondo è meglio se il più neutro possibile. Spesso si usa mettere il soggetto di fronte ad un muro (meglio se colorato) e porre delle decorazioni, come piante o altri oggetti per arricchire la scena. Come ti dicevo però, ogni situazione è a parte perchè non è efficace gestire le interviste sempre nel proprio studio. Quindi, ingegniamoci e diamo sfogo alla creatività!

Infine...occhio alla luce!

Infine, se mi chiedessero qual è un ultimo altro elemento per iniziare un’intervista con il piede giusto, sarebbero sicuramente le luci. Le luci sono importanti per controllare l’ambiente in cui si svolgerà l’intervista e, considerando il passare del tempo, devi tenere presente la variabilità della luce naturale.

Per questo ti consiglio sempre di aggiungere alla tua attrezzatura un kit luci se non ci l’hai perché ti salverà in situazioni limite in cui la luce naturale non è un’opzione. Se vuoi approfondire tutto ciò che riguarda la gestione ed il posizionamento delle luci ti consiglio di leggere questo articolo che ti aiuterà sicuramente: Come impostare un’intervista posizionando bene le luci 

Come fare un'intervista

Impara: come gestire un'intervista di un documentario a 360
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Chi siamo

School of Doc parla facile!
Creiamo contenuti e corsi di formazione online per chiarirti gli aspetti più critici della produzione e distribuzione di un documentario.

Siamo anche su

La newsletter

Vuoi ricevere una selezione di super contenuti sul mondo documentario? Parleremo di distribuzione, festival, video, eventi e ti renderemo disponibili contenuti non accessibili per gli altri utenti.

Ultimi post

I nostri corsi

Prima di andare via, ti suggerisco di leggere questi

La pubblicità non piace a nessuno

Questo articolo è offerto da: NESSUNO! Perché la pubblicità non piace a nessuno.
Questi contenuti che leggi sono gratuiti e senza interruzioni. Aiutaci a mantenerli tali supportando questo blog.