fbpx
scuola videomaker

Siamo Caterina Tarducci e Riccardo Sartori e siamo due documentaristi indipendenti; nel 2017 abbiamo coprodotto il documentario 50 Liters Life, acquisito da STV, ERP Grecia e StarzPlay. Nel 2019 hanno iniziato la produzione di Tied into me che è terminata nel 2021.

Come farsi produrre un film documentario se sei agli inizi

come farsi produrre un film

Anche tu alle prese con un’idea che vorresti realizzare ma non sai ancora che strade imboccare? Ti stai chiedendo come farsi produrre un film documentario?

Spero che questo sia l’articolo giusto per te. Questo è un collo di bottiglia da cui sono passata molte volte, alcune da vincitrice altre da sconfitta. Ma senza metterla sul melodrammatico, tante volte dipende dalla potenza dell’idea che proponi ed a chi la proponi soprattutto 

In generale, il mantra che devi sempre ripeterti è quello di non arrenderti mai, perchè ogni mille rifiuti che potrai ricevere, basta un solo sì per cambiare le sorti del tuo progetto. Quindi ti spiegherò le principali opzioni che prendo in considerazione.

Andiamo!

Organizza una campagna di crowdfunding

La prima strategia che ti propongo va molto di moda ultimamente e dà sempre grandi soddisfazioni quando funziona. Si tratta della campagna di crowdfunding online

Ci sono autori che attraverso questo strumento sono riusciti a raccogliere considerevoli somme per portare avanti i loro progetti e per questo non smetto mai di pensare che possa essere una via da percorrere. 

Certo è che per una campagna di crowdfunding coi fiocchi, c’è bisogno di piena partecipazione ed impegno perchè i soldi non si tirano su da soli! Devi essere in grado di convincere il pubblico che la tua idea è valida e che i loro fondi non andranno sprecati. 

Spiega loro tutti i dettagli, anche quelli che pensi siano superflui, tipo come si gira il film documentario che hai in mente.

Ma soprattutto, rifletti sulle ricompense che avranno donando per la realizzazione del tuo film! Quali sono le principali piattaforme per realizzare campagne di crowdfunding? Ne parlerò presto in uno dei prossimi articoli!

Se vuoi leggere maggiori informazioni a riguardo, ti consiglio l’articolo Le tre migliori piattaforme di crowdfunding per il tuo film documentario

Proponi la storia ad aziende di produzione

Tra le idee su come farsi produrre un film documentario, mi sono rivolta a molte aziende di produzione per ricevere fondi e sperare in una distribuzione più ampia.

Qui dovrai essere molto convincente e soprattutto stilare una lista delle case di produzione che possono essere affini all’idea documentaristica che hai. Non tute vanno bene e se punti ad un bersaglio troppo ampio, rischi di perdere tempo. 

Le aziende di produzione sono esigenti e pertanto dovrai fornire una presentazione dettagliata di quello che hai in mente. Non gli basterà solo sapere quale attrezzatura hai in mente per girare il film, ma vorranno informazioni su quali sono i tuoi piani per girare un film. Allo stesso tempo non gli basterà sapere la storia così ocme l’hai pensata, vorranno sapere per quale tipo di pubblico te la immagini. Devi pertanto tirare fuori un approccio pragmatico al documentario che spesso noi autori dimentichiamo 🙂

Prenditi il tuo tempo per elaborare una proposta e poi potrai partire all’attacco! Se vuoi leggere di più su come creare la tua proposta, ti consiglio di leggere: Scrivere il pitch per un film documentario: come, cosa, perchè

Trova degli sponsor che coprano le spese

Come farsi produrre un film documentario da uno sponsor? 

Uno sponsor è qualcuno disposto a investire dei soldi in un progetto con l’idea di essere sponsorizzato tramite la storia. Gli sponsor non fanno beneficienza e per quanto la situazione ti concenda una maggiore libertà di azione per certi aspetti, sei vincolato per altri. 

Dovrai necessariamente mettere in conto che uno spazio del documentario, sarà dedicato allo sponsor che investe per avere un ritorno economico dal tuo film.

I molti casi la presenza dello sponsor non incide nel controllo della distirbuzione, anzi questo è un aspetto che rimarrà nelle tue mani. So che è molto allettante l’idea di ricevere finanziamenti per lo sviluppo di un documentario e mantenere il controllo sui diritti. Tuttavia, è necessario che tu sappia anche come vendere un documentario o come portare avanti una distribuzione cinematografica indipendente

Se vuoi leggere di più a riguardo, ti consiglio l’articolo Come vendere un documentario da soli: ecco come fare  e Vendere un documentario: da dove partire? La guida per distribuire un film 

Un classico esempio è quello di Patagonia che da anni si impegna nella realizzazione di documentari come:

Consiglio

Assicuratevi di poter riutilizzare le immagini in futuro e che possiate montare poi in autonomia quello che si chiama: Director’s Cut ovvero “la versione del regista“. Spesso i brand vi chiederanno di privilegiare il prodotto ed il messaggio che preferiscono, con un director’s cut potrete invece realizzarne una versione vosta più lunga e montata secondo la vostra idea iniziale.

Produci in modo indipendente il tuo documentario

É possibile produrre da soli un documentario? Questa è la terza opzione che voglio proporti in questo articolo.

Il primo documentario che ho realizzato, è stato completamente finanziato in modo autonomo, senza l’aiuto di nessuno. Questa scelta è stata principalmente dettata dal fatto che ero agli inizi e nessuno aveva mai sentito parlare di me. 

Come farsi produrre un film da netflix o come dimostrare a delle aziende di produzione o che sei valido/a se non hai niente da mostrare? Soprattutto all’inizio rischia di diventare un cane che si morde la coda. 

Quello che posso dirti è che per produrre un buon documentario non hai bisogno di milioni di euro. I soldi ti aiutano a rendere il lavoro più bello, ma non sono tutto. Devi partire dalla storia e trovare qualcosa di valido e potente da raccontare. 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SCHOOL OF DOC.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter

La formazione continua

Patreon

La pubblicità non piace a nessuno

Questo articolo è offerto da: NESSUNO! Perché la pubblicità non piace a nessuno.
Questi contenuti che leggi sono gratuiti e senza interruzioni. Aiutaci a mantenerli tali supportando questo blog.