fbpx

Benvenuto su School of Doc, ecco per te uno sconto del 10% sul tuo primo acquisto. Approfittane ora e digita WELCOME10 al checkout!

come-diventare-un-reporter

Come diventare reporter: ciò che devi sapere per diventare giornalista

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Indice dei contenuti

Introduzione

Se non hai potuto frequentare una scuola di giornalismo non è detto che le tue possibilità di diventare un reporter di successo siano svanite per sempre. Tra i giornalisti italiani famosi non è raro trovare esempi di come grazie alla volontà ed alla perseveranza sia possibile diventare un corrispondente estero, come Domenico Quirico, a mio parere uno dei migliori giornalisti italiani, laureato in Giurisprudenza.

Il lavoro del reporter non lo si impara solo dietro i banchi universitari, ma è necessario fare pratica ed apprendere dinamiche che si possono imparare solo sul campo. In questo articolo vedremo come è possibile cominciare, qual è il lavoro del reporter ed i diversi tipi di reporter.

Il reporter: cosa fa?

Partiamo dalla classica definizione Treccani: il reporter o giornalista è la persona che, per professione, scrive per i giornali e chi collabora, come redattore, alla compilazione di un giornale. 

Quindi il reporter è veramente solo questo? Un collaboratore? Che poi, andando nello specifico potremmo chiederci se ci si riferisca ai giornali esclusivamente cartacei o anche digitali. Se così fosse, non dico che potremmo contarli uno ad uno ma ne farei sicuramente un ritratto poco attuale e scontato.

Al giorno d’oggi, con la tecnologia che corre sempre più veloce e ci permette di comunicare sempre meglio e in maniera così capillare, non possiamo pensare che per diventare un reporter si debba solamente scrivere o mandare foto ad un giornale.

scuola-di-giornalismo

La figura del reporter è molto più complessa ed attuale di quanto non si pensi.  A causa della crisi della carta stampata, il reporter è stata una di quelle professioni che ha dovuto necessariamente adattarsi, ma anche rinnovarsi. 

Il reporter è un professionista che segue un fatto in modo totale attraversandone ogni dettaglio. Non si tratta di un lavoro spot, ma di un lento dipinto della notizia. Ciò che è interessante ed affascinante allo stesso tempo, è che il reporter può manifestare in modo diversificato il suo lavoro sfruttando in molti casi la scrittura, la fotografia ed il video. 

Ne esce così fuori una figura potenzialmente completa nel suo essere, in grado di veicolare l’informazione in diversi formati.

Se volete diventare reporter, lo potete fare. Dovete avere pazienza, perseveranza e un po’ di pazzia, ma non è impossibile raggiungere l’obiettivo. Nell’articolo “Da dipendenti a documentaristi in due anni: il nostro viaggio nel documentario” abbiamo raccontato il nostro percorso verso la distribuzione del nostro primo documentario 50 Liters Life

Come diventare reporter: le diverse tipologie

Come appena spiegato, il lavoro del reporter o del giornalista può essere applicato a molti campi: alla scrittura, alla fotografia, al video. Ci sono giornalisti che riservano le loro abilità solo alla carta stampata, altri come ad esempio Sergio Ramazzotti di Parallelozero oltre ad essere abilissimi con le parole lo sono altrettanto con la macchina fotografica.

Altri ancora, come ad esempio Gabriele Micalizzi che spaziano anche nel mondo del video. Volendo fare un “ritratto” di Gabriele potremmo definirlo un fotografo, reporter di guerra, video reporter; una figura veramente completa e dal grande potenziale.

Di seguito voglio provare a fare una breve (ma intensa) carrellata delle varie tipologie di reporter con dei consigli per cominciare a costruire una carriera come giornalista.

Come diventare video reporter

Il video reporter oltre ad essere un bravo giornalista deve necesariamente avere anche ottime abilità di storytelling e una buona tecnica di ripresa. Probabilmente non ha bisogno di tantissima attrezzatura cinematografica perché ne verrebbe rallentato ma una cosa è certa: deve saper usare una videocamera.

Anche se non è la qualità dei video al centro dell’attenzione del reporter (di solito si concentra più sulla struttura narrativa) il mio consiglio è di non limitarsi ad utilizzare la videocamera solo per “fare quattro riprese come vengono” ma di pensare a come fare dei video in un certo modo influenzino poi il pubblico a casa.

Se vuoi approfondire questi argomenti abbiamo un corso gratuito sul videomaking per il documentario che fa sicuramente al caso tuo!

Come diventare giornalista di inchiesta

Il giornalista d’inchiesta ha sicuramente una caratteristica: la pazienza. Dovete pensare infatti che un’inchiesta giornalistica può durare mesi o anni e che per trovare il pezzo finale del puzzle, quello che collega tutti gli altri potreste dover scartabellare migliaia di fogli o fare centinaia di interviste.

Ecco, un giornalista d’inchiesta in particolare deve saper fare un’intervista e non aver paura nel fare delle domande scomode. Immaginate di trovarvi a fare un’intervista alla persona che secondo voi ha la chiave di tutta l’inchiesta, solo preparando le giuste domande per l’intervista riuscirete ad ottenere i risultati sperati. 

Come diventare reporter di guerra

Sei il prossimo Gabriele Micalizzi? Benvenuto, è un piacere averti sul nostro blog! Raccontare come diventare un reporter di guerra non è facile: perché non voglio dirti di prendere la tua fotocamera e partire per posti pericolosi perché ci tengo alla tua pelle e non voglio semplificare il lavoro del reporter.

Sicuramente ci vuole fegato, coraggio, curiosità, intraprendenza ma non solo. Il fotoreporter ha anche tanta testa, si prepara in maniera maniacale a tutte le possibili situazioni e il più delle volte si affida a dei fixer (guide locali) per poter lavorare in sicurezza. Che è la cosa più importante.

Se il tuo sogno è diventare un reporter di guerra il consiglio è quello di cominciare a raccontare eventi importanti, scioperi, manifestazioni, scontri e farti la pelle così.

come diventare reporter di guerra

Come diventare giornalista

Se siete interessati invece ad iscrivervi all’albo dei giornalisti invece è necessario fare alcune cose e soddisfare dei requisiti ben precisi. Vediamoli:

  1. Fare per 18 mesi un percorso di praticantato presso una redazione giornalistica. 
  2. Frequentare un percorso di preparazione, della durata minima di 45 ore, promossi dal Consiglio Nazionale o dai Consigli Regionali dell’OdG;
  3. In alternativa, potete frequentare per un biennio una delle scuole di giornalismo riconosciute dal Consiglio nazionale dell’OdG;
  4. superare l’esame di idoneità professionale

Cosa bisogna studiare per fare il giornalista?

I percorsi di formazione in giornalismo sono attualmente dodici, durano due anni e sono a numero chiuso. Richiedono tutti la frequenza obbligatoria, sono a a tempo pieno ed alla fine del percorso potete accedere all’esame finale con la conseguente iscrizione all’albo dei professionisti.

Le principali scuole di giornalismo sono:

  • Master Biennale di Giornalismo (Università di Torino);
  • Master Biennale di I livello in Giornalismo a Stampa, Radiotelevisivo e Multimediale (Università Cattolica Sacro Cuore di Milano);
  • Master Biennale di I livello in Giornalismo Libera Università di Lingue e Comunicazione (Università IULM di Milano);
  • Master Biennale della Scuola di Giornalismo Walter Tobagi (Università degli Studi di Milano);
  • Master Biennale in Giornalismo (Università di Bologna);
  • Centro Italiano di Studi Superiori per la Formazione e l’Aggiornamento in Giornalismo Radiotelevisivo (Perugia);
  • Istituto per la Formazione al Giornalismo (Urbino);
  • Master Biennale in Giornalismo (Università LUMSA di Roma);
  • Scuola Superiore di Giornalismo “Massimo Baldini” (Università LUISS di Roma);
  • Master Biennale di I livello in Giornalismo (Università Suor Orsola Benincasa di Napoli);
  • Scuola di Giornalismo Post Laurea (Università di Salerno);
  • Master Biennale di Giornalismo (Università di Bari).

Queste non sono delle università vere e proprie ma corsi post-laurea. Se volete un consiglio su quale università per giornalisti seguire potrei consigliarvi sicuramente le Lauree umanistiche (es. Lettere, Filosofia, Storia, Scienze Politiche) o Lauree in area Comunicazione.

Quanto è difficile diventare giornalista?

Molto. Diventare giornalista è molto complicato, è un percorso lungo e troverai tante difficoltà lungo la strada ma chi sono io per dirti che è impossibile? Se questo è il tuo sogno lo devi inseguire finché non lo raggiungi. Non importa quanti no riceverai, come diciamo noi: No, vuol dire NON OGGI. Magari domani è il tuo giorno.

È successo così per noi con il nostro documentario e sono sicuro può succedere anche a te! Prova, sbaglia, impara.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Chi siamo

School of Doc parla facile!
Creiamo contenuti e corsi di formazione online per chiarirti gli aspetti più critici della produzione e distribuzione di un documentario.

Siamo anche su

La newsletter

Vuoi ricevere una selezione di super contenuti sul mondo documentario? Parleremo di distribuzione, festival, video, eventi e ti renderemo disponibili contenuti non accessibili per gli altri utenti.

Ultimi post

I nostri corsi

Prima di andare via, ti suggerisco di leggere questi

La pubblicità non piace a nessuno

Questo articolo è offerto da: NESSUNO! Perché la pubblicità non piace a nessuno.
Questi contenuti che leggi sono gratuiti e senza interruzioni. Aiutaci a mantenerli tali supportando questo blog.