fbpx

Benvenuto su School of Doc, ecco per te uno sconto del 10% sul tuo primo acquisto. Approfittane ora e digita WELCOME10 al checkout!

come-diventare-regista

Come diventare regista di documentari e cominciare a raccontare storie

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Indice dei contenuti

Richard Ladkani (Sea of Shadows), Julia Reichert, Steven Bognar (American Factory), James Reed (My octopus teacher), Waad Al-Khateab, Edward Watts (For Sama).. 

Chi più ne ha più ne metta. Ti ho citato solo alcuni tra i maggiori nomi a livello internazionale nel campo della regia cinematografica del documentario. Tutte queste persone si sono fatte spazio nel mondo del documentario con film strepitosi che hanno ricevuto notevoli riconoscimenti. 

La domanda che tutti noi ci poniamo quando guardiamo questi modelli è: come diventare regista di documentari? Come eguagliare i grandi ed ottenere la propria occasione? Ciò che posso già anticiparti in questa anteprima è che i meriti specialmente nella regia, non capitano si guadagnano in anni di dedizione ed impegno. 

Se vorrai sapere altro sulla figura del regista e suggerimenti su come diventare regista di documentari, seguimi nel resto di questo articolo!

Cosa ci vuole per fare il regista di documentari?

Cosa ci vuole realmente per fare regia di un documentario? La risposta a questa domanda non è così lineare, perché la figura del regista per certi aspetti è ancora una nebulosa: non è strettamente necessario frequentare l’università, non c’è un percorso tracciato per assicurarsi il successo. 

Essendo una professione artistica, il percorso è diverso per ognuno di noi. Molti si iscrivono e frequentano una film school, molti altri cominciano a sperimentare in autonomia formandosi in modo autonomo.

Potrebbe interessarti leggere: 

Quando penso al percorso per diventare regista, mi viene sempre in mente Christopher Nolan, regista di film spaziali ed estremamente concettuali che affascinano sempre il pubblico. Nolan non ha mai frequentato una scuola di cinema eppure ha raggiunto un livello della sua carriera tale per cui ci si meraviglia sempre di questo dettaglio. 

Ciò che ti rende un buon regista è come vedi il mondo con i tuoi occhi, la tua sensibilità e le idee per concretizzare tutto questo nell’immagine. School of Doc ha realizzato un corso gratuito dedicato all’introduzione alla regia del documentario: 10 lezioni pensate per farti immergere nel mondo della regia.

Cosa fa il regista di un film documentario?

Il compito del regista è oscuro ai più ed in un documentario si fa ancora più fatica a comprenderlo. Siamo abituati ai film, in cui il regista è la figura che guida gli attori nella corretta rappresentazione della scena, ma anche in questo caso sarebbe riduttivo relegare il suo ruolo esclusivamente a questo. 

Il regista in qualsiasi produzione è il leader del gruppo, è colui o colei che osserva i lavori di ogni settore, dalla produzione, alla fotografia al sound al montaggio. Il compito del regista sta nell’imprimere la sua visione in ognuna di queste aree. Così anche nel documentario, dove si occupa molte volte di gestire il delicato rapporto con i personaggi, instaurando un rapporto di fiducia in vista delle riprese. 

Se vuoi leggere un articolo più approfondito sul ruolo della regia di documentari, ti consiglio di leggere il post: La regia di documentari: uno step nel mondo del non fiction

Quanto guadagna un regista di documentari?

Non dobbiamo essere materialisti, ma se vogliamo considerare il regista di documentari una figura professionale e non un hobby, è necessario parlare anche di guadagni. Immaginerai che in questo campo non c’è il 27 del mese con la busta paga in arrivo direttamente sul conto bancario. 

Anzi, direi che i guadagni non arrivano neanche tutti i mesi. Le fonti di reddito di un regista, così come ogni altro membro della troupe, sono stabilite dalle vendite del documentario ad un cliente più o meno grosso, così come i finanziamenti ottenuti per iniziare una nuova produzione.

Potrà sembrarti strano all’inizio, ma è così che funziona questo mondo. Tuttavia quando si parla di vendite, il ventaglio di cifre è talmente ampio che non posso darti una risposta univoca. Abbiamo raccontato spesso il caso studio del documentario Knock Down The House che nel 2019 ha vinto il Sundance Film Festival e subito dopo ha ricevuto un’offerta da Netflix per 10 milioni di dollari! 

Tuttavia, questo di cui ti parlo è un caso estremo, di quelli che non capitano sempre. Le cifre più comuni per un documentario che viene trasmesso in tv (e dipende anche da quanto la tv è prestigiosa) possono arrivare anche a 20.000€ – 50.000€, ma dipende da molte variabili che non sono in grado di considerare in questo articolo, perciò mi limito a darmi un range di riferimento.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Chi siamo

School of Doc parla facile!
Creiamo contenuti e corsi di formazione online per chiarirti gli aspetti più critici della produzione e distribuzione di un documentario.

Siamo anche su

La newsletter

Vuoi ricevere una selezione di super contenuti sul mondo documentario? Parleremo di distribuzione, festival, video, eventi e ti renderemo disponibili contenuti non accessibili per gli altri utenti.

Ultimi post

I nostri corsi

Prima di andare via, ti suggerisco di leggere questi

La pubblicità non piace a nessuno

Questo articolo è offerto da: NESSUNO! Perché la pubblicità non piace a nessuno.
Questi contenuti che leggi sono gratuiti e senza interruzioni. Aiutaci a mantenerli tali supportando questo blog.