budget-documentario

Budget: alcuni consigli per fare un documentario con scarsi fondi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Indice dei contenuti

Inutile girarci intorno, per fare un documentario servono soldi. Chi ha detto però che non è possbile realizzare un progetto con un budget ridotto?

Siamo tutti piuttosto consapevoli di quanto sia complicato accedere a dei fondi per realizzare un documentario e rientrare nelle spese previste dal budget. La maggioranza di noi, specialmente all’inizio, non riesce a raccogliere abbastanza risorse per mettere in pratica il proprio progetto, per questo è importante sfruttare ciò che abbiamo a disposizione.  

Il discorso legato al budget è complesso e rischia di diventare un’argomentazione superficiale.  É possibile accedere a finanziamenti erogati ogni anno a livello nazionale ed internazionale, ma questo richiede tempo ed a volte una storia non può aspettare nel caso di un documentario. 

Ci sono documentaristi giunti ad un punto tale della loro carriera che testano le loro idee direttamente con coloro che hanno un ruolo chiave per promuove un finanziamento, ma se stai leggendo questo blog non credo sia il tuo caso.

Il budget è un elemento non trascurabile della produzione con cui tutti noi dobbiamo fare i conti. Tuttavia, non condivido il fatto che sia possibile realizzare documentari solo se si ha accesso ad ingenti fondi.

Ci sono ottimi lavori che sono stati prodotti con il minimo delle risorse ed il primo che mi viene in mente è lo straordinario documentario For Sama di Waad Al-Khateab che ha vinto il premio come migliore documentario a molti festival, compresa la candidatura agli Oscar 2020, accanto all’altrettanto straordinario American Factory degli Obama.

Quindi nella pratica: in che modo è possibile fare un documentario con un budget ridotto? Lungi da questo articolo darti la ricetta risolutiva (che non esiste e comunque non potresti applicarla sempre allo stesso modo), il mio intento è quello di darti alcuni spunti che possono esserti di aiuto nella gestione dei tuoi prossimi progetti.

la location

Partendo dall’inizio, il luogo dove è ambientata la storia è uno degli aspetti che dovrai considerare fin da subito. Più vicina si trova la storia, più si riducono le spese di vitto e alloggio. Lo scorso anno abbiamo cominciato un progetto di documentario osservativo a Venezia e la vicinanza ci ha concesso di tornare più e più volte, creando una connessione speciale con il personaggio e tagliando di conseguenza i costi. 

Tuttavia, se hai una storia potente ed interessante che puoi realizzare soltanto facendo i bagagli, non devi per forza rinunciarci; puoi alleggerire i costi risparmiando sull’alloggio, mettendo in pratica tutti gli accorgimenti tipici del viaggiatore e rientrare nel tuo low budget.  

budget documentario

l'attrezzatura

L’attrezzatura è qualcosa verso cui ti consiglio di prestare molta attenzione. La regola dell’eccessivo risparmio qua potrebbe non essere la soluzione migliore e danneggiare il prodotto finale. Se possiedi già della buona attrezzatura, hai un discreto vantaggio. Sebbene tu non possa del tutto escluderla dal budget, non sei legato al costo per il noleggio e questo può facilitarti. 

Se devi necessariamente affidarti al noleggio, puoi valutare un compromesso qualità-prezzo che non vada necessariamente al ribasso o che punti solo al top di gamma. C’è bisogno di buona attrezzatura per realizzare un buon lavoro, ma prima di quello devi sapere come tirare fuori il meglio da quell’attrezzatura. 

Quando abbiamo realizzato il nostro primo documentario in Sudafrica, eravamo sprovvisti di molta attrezzatura ed abbiamo noleggiato una Sony alpha 7 SII con cui abbiamo ottenuto il risultato che volevamo in termini di qualità dell’immagine e di spesa. Non ci saremmo potuti permettere molto altro e per noi è stato un buon inizio, prima di comprare l’attrezzatura con cui oggi giriamo. 

Ogni situazione è diversa così come ogni budget perciò ti consiglio di noleggiare la camera e le lenti con cui ti trovi più a tuo agio in rapporto alla qualità ed al costo. 

la crew

La formazione della squadra è uno degli altri tasti dolenti da affrontare se vuoi realizzare un documentario con un budget ridotto. Non è impossibile portare avanti un progetto nella totale autonomia, ma avrai bisogno di molta determinazione e disciplina.

Dovrai colmare le lacune negli ambiti che non sono il tuo forte ed i tempi di esecuzione del documentario potrebbero essere più dilatati. Tuttavia con un po’ di inventiva e multi tasking, potresti persino condurre le interviste da solo/a.  

Se però riesci a riunire qualche persona nel progetto, ti sarà sicuramente d’aiuto. Per risparmiare sui costi meglio rivolgersi a filmmaker conoscenti che non chiedono una remunerazione, ma che per il momento sposano gli ideali del progetto. La squadra è un elemento chiave nella produzione di contenuti in generale e me ne sono resa conto fin da subito. Ho la fortuna di lavorare in coppia, spartendo la maggior parte del lavoro, ma entrambi sentiamo che ancora la squadra ha bisogno di unità.  

Puoi applicare la strategia del one man band anche nella post produzione e decidere di montare in autonomia il tuo documentario. Questo abbatterebbe di molto i costi di ingaggio di un video editor ed è una strada che puoi provare a percorrere se sei pratico/a con i programmi di editing. Non  dimenticare però che esiste una difficoltà di base nel rimanere oggettivi e distaccati di fronte alla selezione di materiale girato da te che inevitabilmente rievoca ricordi delle riprese e dello sforzo fatto.

Potrebbe interessarti anche:

Se ti è piaciuto questo post clicca Mi Piace qui sotto!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Chi siamo

School of Doc è una scuola online dedicata al mondo del documentario. Dalla regia al visual storytelling creiamo corsi di formazione che aiutano i filmmaker ad acquisire le capacità necessarie per creare documentari vincenti.

seguici qui!

La newsletter

Ricevi una volta a settimana (circa!) una nostra selezione di super contenuti sul mondo documentario! Ti parleremo di distribuzione, festival, video, eventi e ti manderemo tanto altro materiale interessante per il tuo lavoro.

Ultimi post

Risorse utili

Prima di andare via, ti suggerisco di leggere questi

Il BLACK FRIDAY di School of Doc lo scegli tu!

Ti accontenti del 20% tenti la fortuna e punti al 50%? Decidi tu!
Vai direttamente agli sconti direttamente oppure naviga e fai apparire gli sconti fighi!!

-50 %

sul servizio Coaching Doc

Hai qualche dubbio? Parliamone

Lasciaci un recapito,
ti contattiamo noi!