fbpx

Benvenuto su School of Doc, ecco per te uno sconto del 10% sul tuo primo acquisto. Approfittane ora e digita WELCOME10 al checkout!

scrivere una sceneggiatura

Scrivere una sceneggiatura per un documentario: ecco come fare

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Indice dei contenuti

Non esiste sceneggiatura senza idea; non esiste documentario senza sceneggiatura. Quanto scrivere una sceneggiatura e realizzare un documentario sono affini l’uno all’altro? È la domanda che molti di noi (compresa la sottoscritta) si fanno quando si pone l’occasione di produrre un film. 

Con il tempo ho imparato che tra l’idea ed il REC, c’è di mezzo la pre produzione e la stesura di una sceneggiatura. Ops scusa, mi presento. Mi chiamo Caterina e sono regista, scrittrice e co-founder di School of Doc (se già ci conosci, clicca su questo link per leggere direttamente l’articolo). School of Doc è una scuola online per imparare a produrre e distribuire documentari; creiamo contenuti che parlano della produzione di un documentario e realizziamo corsi di formazione online per diventare un documentarista autonomo. Piacere di conoscerti!

La sceneggiatura di un video documentario

Scrivere una sceneggiatura significa trasporre per immagini quello che si ha in testa ed in questo senso la sceneggiatura si differenzia tantissimo dalle altre forme di scrittura, come tradurre desideri ed emozioni dei personaggi in parole travolgenti. Per come le conoscono i più, le sceneggiature per il cinema possono nascere da idee originali, così come essere basate su romanzi o opere teatrali. 

Che cosa significa però scrivere una sceneggiatura di un film documentario? Come potrai intuire, c’è una bella differenza tra modellare le idee da trasporre in immagini e scrivere una sceneggiatura di qualcosa che deve essere ancora realizzato. 

Tuttavia è un errore pensare che un documentario non venga scritto prima di essere prodotto. Bisogna certamente lavorare in modo diverso. La scrittura parte dall’idea che attraverso la ricerca si continua a sviluppare. Ecco che quindi scrivere una sceneggiatura per un documentario significa mettere insieme elementi narrativi, il soggetto, gli obiettivi ed annotazioni di regia.

Come si scrive una sceneggiatura per un film documentario

Da dove cominciare? Le fasi che ti conducono a scrivere un documentario partono con l’idea. Potresti già avere un’idea che ti ronza in testa da un po’, oppure potresti metterti alla ricerca di un’idea sfruttando i giornali (prendere spunto dai fatti di cronaca aiuta molto nella ricerca di ispirazione), libri, guardando altri documentari/film. Potrebbe interessarti leggere anche: Come scrivere un documentario a partire da un’idea

Distacchiamoci per un attimo dalla sceneggiatura per come la conosciamo e cerchiamo di entrare in una dimensione più coerente con un documentario. Se non puoi sapere in anticipo il 100%, come ti comporti? Partiamo dalle certezze. Nello scrivere una sceneggiatura di un documentario c’è sempre qualcosa di cui siamo a conoscenza: 

  • Di cosa parla il documentario? (non dimenticare l’importanza della struttura a tre atti)
  • Quali sono gli obiettivi che vuoi raggiungere?
  • Come vuoi che sia realizzato (intendi usare materiale d’archivio, rievocare eventi passati con la finzione, girare tutto a mano libera etc..) 
  • Elementi logistici (da che parte iniziare per realizzare il documentario, location scouting, budget)


Ecco che questi sono gli insindacabili punti di partenza se vuoi scrivere una sceneggiatura di un documentario. Tra le domande, dovresti chiederti soprattutto in che modo questo film si va a differenziare dagli altri e perché le persone dovrebbero vederlo. 

Struttura in tre atti

La struttura in tre atti ha un’origine molto antica, risalente ai tempi di Aristotele. Essenzialmente consiste nel creare una storia con una struttura ben precisa: 

  • Inizio
  • Svolgimento
  • Fine 

Che cosa ha a che fare con il documentario potresti chiederti? In realtà molto perché il documentario è un genere cinematografico attraverso il quale vogliamo raccontare una storia. Perciò è importante che durante la ricerca e lo sviluppo dell’idea, venga tenuto conto da dove si comincia e da dove si finisce. 

Il primo atto ha una funzione introduttiva, in cui vengono presentati il contesto ed i personaggi. Alla fine del primo atto si chiarisce qual è il problema che è necessario risolvere o l’obiettivo che il personaggio ha bisogno di raggiungere. Infine, il terzo atto riporta la storia verso la conclusione con la vittoria o la sconfitta del protagonista. 

Scrivere un documentario

Impara come scrivere, sviluppare e proporre il tuo documentario

PRE PRODUZIONE - 40 minuti
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Chi siamo

School of Doc parla facile!
Creiamo contenuti e corsi di formazione online per chiarirti gli aspetti più critici della produzione e distribuzione di un documentario.

Siamo anche su

La newsletter

Vuoi ricevere una selezione di super contenuti sul mondo documentario? Parleremo di distribuzione, festival, video, eventi e ti renderemo disponibili contenuti non accessibili per gli altri utenti.

Ultimi post

I nostri corsi

Prima di andare via, ti suggerisco di leggere questi

La pubblicità non piace a nessuno

Questo articolo è offerto da: NESSUNO! Perché la pubblicità non piace a nessuno.
Questi contenuti che leggi sono gratuiti e senza interruzioni. Aiutaci a mantenerli tali supportando questo blog.