fbpx

Benvenuto su School of Doc, ecco per te uno sconto del 10% sul tuo primo acquisto. Approfittane ora e digita WELCOME10 al checkout!

regia

La regia di documentari: uno step nel mondo del non fiction

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Indice dei contenuti

Quando si parla di regia si pensa immediatamente ad una figura come Christopher Nolan o Ron Howard che, seduti di fronte a monitor spiegano la sceneggiatura agli attori, dirigono la troupe attraverso le scene, danno l’azione e decidono se una scena è buona o va rigirata. Ma qui a School of Doc come ormai sapete parliamo di documentari, dove non ci sono attori professionisti, non ci sono sceneggiature dettagliate e soprattutto non sempre si può rigirare qualcosa.

Il documentario è più una danza di azione e reazione, i protagonisti (spesso persone comuni) svolgono delle azioni e noi documentaristi agiamo di conseguenza: seguendo, anticipando in attesa del momento perfetto.

Ma allora vuole forse dire che la regia di documentari è inutile? Che il regista in un documentario non c’è o non ha senso? No, no, assolutamente no. La regia cinematografica, applicata ad un documentario è semplicemente diversa, più organica forse e spesso più semplice (all’apparenza)

Nell’articolo di oggi vedremo:

Motore.. Ciak… Azione!

Cosa fa il regista di documentari?

Prima di fare l’elencone di cosa fa il regista di documentari cerchiamo di definire questa figura che, se nel mondo fiction ha una definizione chiara, nel documentario può mettere un po’ in confusione. La figura del regista può essere molto ben definita e isolata oppure confondersi con altri componenti della crew.

Capita spesso infatti che il Regista coincida con il Direttore della Fotografia e che quindi realizzi le riprese da solo: è il caso ad esempio di Knock Down The House (Netflix) dove la regista Rachel Lears è anche la Direttrice della Fotografia, oppure Cartel Land diretto e girato da Matthew Heineman.

KDTH logline

Ci sono altri esempi dove Regista e Cameraman sono due figure separate e complementari. Abbiamo ad esempio il documentario Rebuilding paradise (2020) che è diretto da Ron Howard e girato da Lincoln Else, o Jane (2017) che è diretto da Brett Morgen mentre la fotografia è di Ellen Kuras.

Questo dipende da molte cose come: il budget di un film, la grandezza del progetto, la difficoltà delle riprese da realizzare.

Il regista di documentari sviluppa la storia

Parliamo spesso della differenza tra Argomento e Storia ed in caso non abbiate mai avuto modo di approfondire le differenze possiamo dire che:

  • Argomento: il tema o i temi attorno ai quali ruota il film documentario (es. cambiamento climatico)
  • Storia: Un aspetto specifico o una storia all’interno dell’argomento (es. come un gruppo di persone affronta una determinata sfida).

Ecco il regista ha il compito di individuare argomento e storia e di sviluppare quest’ultima nei minimi dettagli. Deve aver presente tutti gli elementi per costruire l’arco narrativo, individuare il personaggio raccontare la storia, e in generale confezionarla in un prodotto interessante e televisivo.

Il regista sceglie la crew

In caso ci fosse budget e avete modo di coinvolgere una troupe all’interno del film è proprio il regista (insieme al produttore esecutivo) a scegliere chi e come potrà prendere parte alle riprese. Questo perché avendo sviluppato la storia il regista ha bene in mente lo stile che dovrà avere il documentario e la crew deve andare in quella direzione.

Le figure che il regista può coinvolgere sono:

  1. Direttore della fotografia
  2. Video editor
  3. Sound Designer
  4. Operatore drone
  5. Fixer
  6. E molte altre ancora.. (leggi Ruoli nel cinema: la guida alle professioni del cinema documentario per scoprirle tutte)

Il regista dirige le riprese (e il video editing)

Una volta in campo il regista (sempre e comunque armato di monitor) avrà il compito di dirigere le riprese e spiegare alla troupe qual’è il senso della scena che sta per accadere e quali sono gli obbiettivi della giornata.

Il cameraman dovrà sapere quali sono le riprese fondamentali da filmare, il sound designer avrà una lista di suoni da registrare, il fixer dovrà sapere cosa serve al regista per portare la troupe nel luogo perfetto e così via. Lo stesso vale nel processo di post-produzione quando insieme al video editor dovrà mettere insieme le riprese per raccontare la storia nel miglior modo possibile.

Il regista dirige i protagonisti

Anche se non attori professionisti può capire che i protagonisti di un film documentario recitino la loro parte. Ovvio, non possiamo spingerci fino a definire le battute che devono dire o le scelte che devono fare ma c’è un certo spazio all’interno del quale è possibile muoversi. Ricordo che durante le riprese di Tied into me chiedemmo a Daryl (il protagonista) di fare delle semplici azioni come camminare, fare la spesa, cucinare perché ci servivano dei momenti di vita quotidiana e non avremmo potuto filmarli se non chiedendo e dirigendo le riprese.

Cosa comprende la regia? elencare gli ambiti e linkare articoli già esistenti

Quindi cosa comprende la regia? La risposta è: un po’ tutto. La regia cinematografica come la regia di un documentario è molto capillare e spazia in molti ambiti. Dal sapere come scrivere una sceneggiatura al montaggio video, dalle riprese allo storytelling, dalla pre-produzione fino alla distribuzione. 

Per spiegare meglio come fare un documentario, elencando i ruoli del regista dall’inizio alla fine provo a fare un elenco di tutti i ruoli del regista dividendoli passo per passo. Per ogni step cercherò di inserire anche gli articoli scritti in precedenza, diventare un regista non è mai stato così semplice!

Come capire se un film ha una buona regia?

Questo documentario ha una regia davvero incredibile: come fare per capirlo? Può non essere facile ma ci sono alcuni indicatori da valutare attentamente sia per i lavori di altri che per i vostri lavori. A nostro parere un film ha una buona regia se la storia è spiegata bene, senza che lo spettatore debba soffermarsi a capire cosa sta succedendo, chi sta parlando ora, in che luogo ci troviamo. Queste sono piccole distrazioni e sono le ultime cose che vogliamo per un film.

Un altro indicatore per noi importante è questo: quanto si capisce che il documentario è girato? Mi spiego meglio: i film documentari che mi appassionano di più sono quelli in cui sembra che il cameraman sia invisibile e non abbia influito minimamente sulla scena. Non mi piace “accorgermi” della presenza della troupe e questo si può evitare in alcuni modi: facendo si che la troupe non venga MAI inquadrata, evitando zoomate durante le riprese, eliminando la voce del regista durante le interviste ecc ecc.

regia

In generale, che la regia sia buona, ottima o scarsa quello che deve passare da questo articolo è questo: il film deve funzionare e la chiave perché questa magia avvenga la detiene il regista. È lui che spesso ne determina la buona riuscita: curando il team, il rapporto con i protagonisti, sviluppando la storia nei minimi dettagli, provando e riprovando a incastrare le interviste nel migliore dei modi. Vuoi sapere come diventare regista?

Abbiamo la soluzione per te!

Un corso per regista

Se vuoi sapere come diventare regista posso dirti che ci sono due modi: il primo è iscriversi ad una film school e fare un percorso lungo due o tre anni, il secondo è fare pratica, commettere tanti errori ed imparare da quelli.

Fino ad oggi! Questo corso ti spiega come diventare un regista in linea generale: dieci lezioni introduttive che ti permetteranno di capire almeno da dove iniziare a dirigere un documentario. Potrai capire come scrivere un film, come individuare un punto di vista, come conquistare la fiducia dei protagonisti.

Questo corso per regista è per chi magari ha seguito una scuola videomaking ma non ha trattato il tema del documentario, o per chi sa come scrivere un film ma non si è mai cimentato nella realizzazione di un documentario.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Chi siamo

School of Doc parla facile!
Creiamo contenuti e corsi di formazione online per chiarirti gli aspetti più critici della produzione e distribuzione di un documentario.

Siamo anche su

La newsletter

Vuoi ricevere una selezione di super contenuti sul mondo documentario? Parleremo di distribuzione, festival, video, eventi e ti renderemo disponibili contenuti non accessibili per gli altri utenti.

Ultimi post

I nostri corsi

Prima di andare via, ti suggerisco di leggere questi

La pubblicità non piace a nessuno

Questo articolo è offerto da: NESSUNO! Perché la pubblicità non piace a nessuno.
Questi contenuti che leggi sono gratuiti e senza interruzioni. Aiutaci a mantenerli tali supportando questo blog.