fbpx

Benvenuto su School of Doc, ecco per te uno sconto del 10% sul tuo primo acquisto. Approfittane ora e digita WELCOME10 al checkout!

come-scrivere-un-documentario

4 consigli su come scrivere un documentario a partire da un’idea

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Indice dei contenuti

Ci siamo: hai trovato l’idea per un documentario. Hai tutti gli elementi, i personaggi sono disponibili a prenderne parte, ma sorge la domanda: da dove cominciare? Come scrivere un documentario

Da dove cominciare? É tutto normale, soprattutto all’inizio! Il più grande consiglio che posso darti è tenere a freno il dito sul REC ancora un po’ e dedicarti allo sviluppo della storia in modo da poter tirare fuori il meglio dalle immagini successivamente! Seguimi in questo articolo che spero possa aiutarti a definire i primi step del tuo progetto 💪🏻

Quanto deve durare un documentario

Quanto deve durare un documentario? Questa è una domanda che tantissimi filmmaker si fanno quando si avvicinano ad un nuovo progetto. Faccio un cortometraggio o un lungometraggio? E se decido di fare un lungometraggio, quanto lo posso fare lungo?

Il punto di partenza di ogni documentario è la storia che è l’elemento che determina la durata del film stesso.

La durata ideale per un documentario cortometraggio è compresa tra i 30 e 40 minuti. Questa è la durata ideale con cui candidare un documentario a festival e per proporlo a distributori interessati a questo genere di prodotti. I lungometraggi invece hanno una durata compresa tra i 50 e 90 minuti. 

Tutte le volte che ti chiedi come scrivere un documentario e come definire la sua durata, pensa sempre alla storia ed alle sue caratteristiche. Se il tuo intento è realizzare un lungometraggio, dovrai trovare tutti gli espedienti narrativi necessari per tenere alta l’attenzione per un tempo prolungato.

Come scrivere la sinossi di un film

Una volta che hai deciso cosa vuoi raccontare e ti sei fatto un’idea generale della durata, è arrivato il momento di scrivere la sinossi. Abbiamo scritto un articolo dove spieghiamo gli elementi che bisogna prendere un considerazione su come scrivere la sinossi di un film documentario che sollevi interesse. 

Scrivere la sinossi è una delle prime azioni da compiere, ancora prima di scrivere la sceneggiatura. Come scrivere un documentario se prima non hai un’idea generale della storia e della sua struttura narrativa? La sinossi ti aiuta a definire proprio questo passaggio.

Per scrivere la sinossi ti basta conoscere le caratteristiche del personaggio/i che vuoi raccontare, l’argomento e l’obiettivo che deve essere raggiunto. Allora sei pronto per buttare giù il testo che farà immediatamente capire a tutti il focus del documentario.

Come si scrive una sceneggiatura di un documentario

Ora che siamo arrivati a questo punto, come creare un documentario? Come scrivere un documentario ancora prima delle riprese? 

Devi tenere presente che scrivere una sceneggiatura per un documentario è diverso da un film. Non sarai in grado di delineare dialoghi o scene con la stessa precisione. Tuttavia, scrivere una bozza iniziale, buttando giù la successione degli argomenti e delle sequenze, è già un passo molto importante.

Non tutti i documentari si prestano a questo tipo di lavoro, per esempio quelli osservativi, dove lo svolgersi di certi eventi è imprevedibile. É il nostro caso, perché nell’ultimo documentario che abbiamo realizzato, non eravamo in grado di poter scrivere la sceneggiatura, per la natura così legata ad eventi ancora da svolgersi dell’intera storia. 

Tied into me è frutto di programmazione e tanta pre produzione, ma ci sono stati momenti in cui non potevamo programmare, ma dovevamo soltanto essere presenti. 

Diverso il caso di un documentario dove vi è in programma una serie di interviste e le immagini di copertura sono di archivio, relative quindi ad aventi già accaduti. Questa situazione ti consente di metterti nell’ottica di scrivere un documentario sebbene ci possano essere dei passaggi imprevedibili che verrano sviscerati soltanto dopo le riprese. 

Come farsi produrre un documentario

Una volta individuata l’idea, aver trovato i personaggi, scritto la sinossi e la sceneggiatura, la domanda è: come farsi produrre un documentario

Non sempre è possibile fare in modo che un progetto possa essere realizzato a spese del filmmaker. Alcune idee richiedono molti fondi che non possono essere coperti in modo indipendente. Moltissimi procedono grazie alle campagne di crowdfunding, molti altri cercando di compiere una pre-vendita in modo da avere finanziamento e distribuzione assicurate fin dall’inizio.

La scelta è sempre tua, ma l’elemento costante che rimane è come scrivere un documentario che attiri l’attenzione delle persone e le induca a a donare nel caso di una campagna, o a finanziarlo nel caso di un produttore cinematografico. 

Noi diamo molta importanza alla scrittura della proposta o pitch, che rappresenta il documentario su carta, comprendente della storia e di tutte le informazioni necessarie per capire se può essere un prodotto interessante. 

Se vuoi approfondire l’argomento, potrebbe esserti utile leggere questi articoli:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Chi siamo

School of Doc parla facile!
Creiamo contenuti e corsi di formazione online per chiarirti gli aspetti più critici della produzione e distribuzione di un documentario.

Siamo anche su

La newsletter

Vuoi ricevere una selezione di super contenuti sul mondo documentario? Parleremo di distribuzione, festival, video, eventi e ti renderemo disponibili contenuti non accessibili per gli altri utenti.

Ultimi post

I nostri corsi

Prima di andare via, ti suggerisco di leggere questi

La pubblicità non piace a nessuno

Questo articolo è offerto da: NESSUNO! Perché la pubblicità non piace a nessuno.
Questi contenuti che leggi sono gratuiti e senza interruzioni. Aiutaci a mantenerli tali supportando questo blog.