Chi siamo?

La nostra storia

Siamo Caterina e Riccardo, una coppia nella vita e nel lavoro. Abbiamo sempre lavorato insieme costruendo storie e progetti ma dal 2017 abbiamo cominciato la nosta avventura nel mondo del documentario indipendente, e lo dobbiamo proprio dire: è stata un’ottima scelta.

Senza grosse aspettative ci siamo imbarcati in un viaggio in Sudafrica per raccontare con immagini e video una delle peggiori siccità mai registrate nella regione del Western Cape ed in particolare nella città di Cape Town. Da quell’esperienza (se vuoi saperne di più ci abbiamo dedicato una serie su YouTube) è nato il nostro primo documentario: 50 Liters Life. Non credevamo che questo primo film della durata di 52 minuti ci portasse molto lontatno, ed invece, ancora una volta ci sbagliavamo. Dopo un’inizio in salita il film è stato acquisito dall’agenzia di distribuzione “Espresso Media International” che nel corso degli anni lo ha portato su vari canali televisivi e servizi di streaming nel mondo.

Ad oggi 50 Liters Life è stato su:

Da allora non ci siamo più fermati: vedere una propria produzione trasmessa in televisione e ricevere i commenti del pubblico ci ha dato l’energia necessaria ad andare avanti, alla ricerca della prossima storia. È nato così il nostro ultimo documentario: Tied into me. Una storia davvero incredibile che ha inizio il 12 Novembre 2019 quando la città di Venezia viene sommersa da una delle alte maree più violente della storia. In quella notte, quando l’acqua raggiunge i 187 cm la casa galleggiante di Daryl viene sommersa lasciandolo senza un posto dove vivere, senza vestiti, senza più nulla. Questo film racconta il viaggio di Daryl attraverso i vari tentativi di recuperare la sua casa. Un documentario intimo, che non vuole essere presagio di sventura sul riscaldamento globale ma che collega i puntini tra le scelte di vita di ciascuno di ed il cambiamento climatico.

La nascita di School of Doc

School of Doc nasce dalla volontà di raccontare un’altra storia: la nostra.
Nonostante le difficoltà e le sconfitte subite negli anni abbiamo proseguito, spinti dalla voglia di raggiungere l’obbiettivo e dall’amore per il raccontare storie. Tantissime persone come noi hanno il desiderio di fare un lavoro di questa bellissima passione ma il più delle volte rinunciano per due motivi: la solitudine con cui ci si trova ad affrontare il percorso e la confusione attorno al mondo del filmmaking e del documentario in particolare.
Siamo qui per rispondere a queste domande.
Siamo qui per dire che non sei solo, che non importa quante persone ti dicano che non sia possibile, che non ce la puoi fare o che non ne vale la pena. C’è una community in grado di sostenerti ed aiutarti e la puoi trovare sul nostro blog, sul nostro canale Youtube e sul canale Patreon. E per quanto riguarda la confusione? Nel corso degli anni abbiamo imparato tanto e ci siamo promessi una cosa: di raccontare e insegnare a quante più persone possibile appena abbiamo raccolto o scoperto qualcosa. Perché è in quel momento in cui ancora ricordi quanto male faceva non sapere.